Menu
Modelli Porsche
Menu
Porsche - Informazioni utili sugli oli motore

Informazioni utili sugli oli motore

L’olio motore è funzionale alla lubrificazione del motore. Certo. Ma non solo. Gli olii a prestazioni elevate soddisfano molti aspetti che a loro volta assicurano l’affidabilità e il livello prestazionale del motore. Perciò vi suggeriamo di impiegare solamente l’olio motore realizzato appositamente per la vostra Porsche. Affinché mantenga le sue caratteristiche, è inoltre necessario un regolare cambio dell’olio. Trovate le specifiche nel libretto di uso e manutenzione della vostra vettura o presso il vostro Partner Porsche.

Funzioni degli oli motore

Compito 1

Creare una pellicola lubrificante portante tra le superfici in movimento nel motore. In particolare cilindri e pistoni necessitano di una lubrificazione affidabile, per evitare il cosiddetto "grippaggio dei pistoni". La lubrificazione protegge dall’usura e contribuisce, quindi, alla longevità del motore. Inoltre, riducendo l’attrito diminuisce il consumo di carburante.

Compito 2

Mantenere pulito il motore. In particolare i componenti molto caldi e in movimento, grazie a speciali additivi, sono protetti dalle impurità prodotte dal processo di combustione (o anche dai biocombustibili, ad es. il biodiesel). Gli additivi trattengono in sospensione nell’olio le impurità impedendo la formazione di depositi nocivi nel motore.

Compito 3

Si neutralizzano gli acidi formati dai gas di combustione e dal carburante incombusto nell’olio evitando la corrosione, soprattutto dei cuscinetti.

Compito 4

Dissipazione del calore. L’olio raffredda molti componenti del motore non raggiunti dal liquido di raffreddamento.

Tipi di oli motore

La differenza: nei dettagli.
E nella performance.

Si distinguono sostanzialmente 3 diverse classi di oli motore con proprietà differenti:

Gli olii minerali sono, da tempo, gli olii base più noti e maggiormente utilizzati. Gli olii minerali si possono produrre in modo relativamente semplice e poco costoso mediante processi di distillazione e raffinazione del petrolio.

Gli olii motore semisintetici si ottengono da un processo complicato, ma rivelano una qualità nettamente migliore, soprattutto in termini durate e resistenza alla temperatura.

Gli olii sintetici sono ottenuti tramite sintesi chimica e si possono quindi migliorare specifiche qualitative. Grazie alle loro caratteristiche di eccellenza, questi olii sono particolarmente adatti per motori a alte prestazioni. Quello di una Porsche, ad esempio.

Oli multigrado e a grado singolo

Olio a grado singolo o multigrado?
Gli olii e le loro caratteristiche.

Fino agli Anni 70 l’olio a grado singolo dominava il mercato. Ogni olio in commercio aveva il proprio grado di viscosità fisso, che lo distingueva anche nella denominazione.

Oggi, la maggior parte dei comuni oli motore sono multigrado, composti da olii base a bassa viscosità, mescolati ad additivi speciali (ad es. polimeri, quali poliestere o poliisobutilene), in modo che la loro viscosità alle alte temperature diminuisca solo leggermente.

I vantaggi degli olii multigrado.

Gli olii multigrado, grazie alla ridotta variazione di viscosità, sono i più idonei per l’impiego in un ampio intervallo di temperatura rispetto ai cosiddetti "olii a grado singolo", quindi possono lubrificare perfettamente il motore sia alle basse sia alle alte temperature. L’olio freddo ha quindi un elevato potere lubrificante anche nelle partenze a freddo, e permette un basso carico del motorino di avviamento alle basse temperature e una sufficiente lubrificazione a elevate temperature esterne e del motore.

Classi SAE

Che cosa indicano i numeri relativi al campo d’impiego di un olio?

Gli oli multigrado sono contraddistinti da 2 indicazioni per la classe SAE (SAE: Society of Automotive Engineers), ad es. 0W-40 e indicano il campo di impiego ottimale a freddo e a freddo. La cifra prima della "W" (Inverno) indica il grado di viscosità (fluidità) dell’olio a freddo: più basso è il numero, migliore è la fluidità dell’olio. 0 contraddistingue un olio particolarmente fluido, utilizzabile alle basse temperature.

La seconda cifra dell'indicazione (cifra dopo la "W") riporta il grado di viscosità dell’olio a temperature elevate: più alto è il numero, più densa è la pellicola d’olio. La denominazione 10 indica quindi un olio estremamente fluido, concepito appositamente per i climi freddi. In aree estremamente calde si può anche utilizzare il valore 60. Un olio che, in condizioni normali, è estremamente denso. Il valore 40 corrisponde quindi a una viscosità media, che garantisce ottimi risultati anche a temperature elevate.